martedì 11 dicembre 2018

Un petardo ferisce un bambino di 7 anni esploso prima della partita Montescaglioso- Melfi.

IL CALCIO SIA UNA FESTA NON UNA GUERRA
Il giovane si trovava nei pressi della biglietteria. Dieci punti di sutura a un orecchio.
Tre petardi a quanto pare fatti esplodere nei pressi dello stadio di Montescaglioso dai tifosi del Melfi, che verosimilmente non volevano recare danni a nessuno, hanno però provocato domenica pomeriggio un ferito. Prima poco del match di Eccellenza tra i locali e la capolista Melfi, infatti, uno dei petardi avrebbe colpito un piccolo tifoso di Montescaglioso che si trovava nei pressi della biglietteria: al piccolo, in seguito alla ferita, sarebbero stati applicati una decina di punti di sutura per una ferita ad un orecchio. Dopo l'accaduto sono intervenuti i carabinieri per gli accertamenti del caso. Immediata la condanna della società montese, che sulla sua propria pagina Facebook ha espresso vicinanza al piccolo Kleo, che a causa di un petardo lanciato da qualche tifoso ospite che ha scambiato il calcio per un momento proprio di sfogo e delirio personale, ha subito un grave danno che in una giornata di festa e inaccettabile. Condanniamo in toto il gesto avvenuto fuori dal campo sportivo prima della gara e ci auspichiamo che la società del Melfi prenda le distanze dall'accaduto. Il calcio sia una festa non una guerra. Immediata bla risposta del Melfi, che in una nota ha manifestato vicinanza alla famiglia del piccolo Kleo. La nostra società da sempre e' modello di sportività e la propria tifoseria non e' solo di tifo violento. Nessuno dei nostri tifosi aveva intenzione di nuocere a nessuno. Sarà premura della società incontrare i nostri sostenitori e cercare di capire la dinamica dell'accaduto. Aspettiamo tutti i tifosi di Montescaglioso nella partita di ritorno, certi di dimostrare la nostra ospitalità e che i gruppi del tifo organizzato dimostreranno la loro correttezza nel tifare per la propria squadra.Mortificati per l'accaduto condanniamo fermamente il gesto dello sparo del petardo e cercheremo di incontrare al più presto il piccolo e la sua famiglia.

Nessun commento:

Posta un commento